La concimazione del prato nel periodo invernale

Perché non trascurare la concimazione del prato inverno

Conclusa l’ultima rasatura del prato e portato a termine il rimessaggio invernale, hai chiuso la porta del tuo capannone degli attrezzi con un “arrivederci” alla prossima primavera.

Errore! Inizia solo un nuovo capitolo.

L’inverno porterà con sé il gelo, la neve e un letargo solo apparente del tuo giardino, che ora più che mai ha bisogno di te.

Durante la stagione fredda, infatti, il prato continua il proprio ciclo vitale, ma è significativamente più indifeso: l’umidità lo espone al rischio di malattie fungine, il peso della neve e del calpestio gravano su un manto già indebolito dall’abbassamento delle temperature.

L’inverno è una fonte di stress per il tuo prato che, senza le cure necessarie, rischi di trovare meno pronto a rinverdire al risveglio primaverile.

La concimazione invernale è una prassi spesso sottovalutata, ma è davvero cruciale per un giardino che prospera anno dopo anno.

Quando iniziare a concimare il prato in inverno?

A partire da fine novembre, ultimate le attività di rimessaggio e di taglio finale, puoi iniziare i cicli di concimazione invernale, che forniranno al tuo prato le sostanze nutritive necessarie per sopravvivere a questa stagione e risvegliarsi in primavera dopo un buon periodo di riposo.

Un inverno privo di cure, invece, ti restituirà un prato diradato e sfibrato, che farà fatica a tornare quello su cui tanto hai lavorato l’anno precedente. Pensa a tutti i weekend passati in giardino: sarebbe un peccato sprecarli per una disattenzione, no? Allora, al lavoro! Ti basterà iniziare qualche settimana prima che arrivi il freddo più intenso.

Concimazione potassica, ma non solo

Neve, gelo e basse temperature comportano nel manto erboso una riduzione di sostanza nutritive e di traspirazione. La concimazione serve a rifornire il prato di macroelementi e microelementi che sono fondamentali per la sua sopravvivenza e per il suo stato di salute.

Concimi al potassio, che rilasciano gradualmente questo elemento, contribuiscono a riequilibrare le sostanze nutritive e rendere il manto erboso più resistente al freddo.

Il potassio, infatti, porta diversi benefici:

-Supporta l’irrobustimento delle radici e del fusto;

-Limita l’ingiallimento;

-Rafforza la resistenza a malattie fungine;

-Aiuta la traspirazione.

Il potassio, tuttavia, non è l’unica sostanza nutritiva di cui il prato soffre una carenza nel corso dell’inverno. La concimazione dovrebbe rifornire il prato di diversi elementi, come l’azoto.

Nutri il tuo giardino dormiente, continua a prendertene cura anche durante la stagione fredda e i risultati ti ripagheranno di tutti gli sforzi.

In questo sito sono utilizzati cookies tecnici necessari per migliorare la navigazione e cookies di analisi per elaborare statistiche.

Puoi avere maggiori dettagli visitando la Cookie Policy e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, selezionando Impostazioni Cookies.
Selezionando Accetto esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi